Perché viaggio da sola 5 validi motivi sul perché viaggio da sola

Perché viaggio da sola? Semplice. Non voglio lasciare che  la mia felicità dipenda da qualcun altro.

Tutto è cominciato un bel giorno del mio secondo anno di Università. Volevo andare ad un concerto, ma nessuno voleva venire con me (Giustamente…era il concerto di Lee Ryan dei Blue. Insomma chi se lo cagava se non le ragazzine delle medie? IO ovviamente. Mi piaceva un sacco. Ma proprio un sacco!). “Faccio a meno di andarci” ho subito pensato a malincuore. Ma desideravo così tanto andare a quel concerto che alla fine me ne sono fregata di tutti e mi sono convinta ad andarci da sola. Insomma, perché devo sempre far dipendere la mia felicità dagli altri?

E la stessa cosa è successa quando sono andata per la prima volta in California. Ho chiesto ad un sacco di amici se volevano venire con me. E la risposta, se non era, non ho soldi (ma anche qui si potrebbe aprire un capitolo enorme), era “se aspetti l’anno prossimo, vengo io con te”. Credici. Avrei aspettato invano e molto probabilmente non ci avrei ancora messo piede in California se li avessi aspettati.

Perché viaggio da sola:

Sono stanca di aspettare gli altri. Il motivo principale del perché viaggio da sola è proprio questo. Sono stanca di aspettare. Sono stanca di aspettare gli altri. Se aspetto sempre qualcuno che venga con me non andrei mai da nessuna parte. E ragazzi, la vita è breve e il mondo è grande. Non c’è tempo di aspettare! Se volete viaggiare (e comunque se volete fare qualsiasi cosa), fatelo e basta. Non avete per forza bisogno di qualcuno al vostro fianco. Ricordatevelo.

Viaggiare da solo ti fa crescere e ti porta a conoscere te stesso. All’inizio potrete aver paura, potrete essere un po’ intimoriti al pensiero di viaggiare da soli. Ed è giusto che sia così. Siamo sempre abituati a stare in mezzo alla gente, a far riferimento su amici e parenti. Quando viaggi da solo invece sei solo con te stesso. Non hai nessuno su cui poter contare e quindi sei obbligato a crescere. Ti si apre un nuovo mondo davanti agli occhi. Impari un sacco di cose. Impari a cavartela da solo, impari a lottare per quello che vuoi e ad adattarti ad ogni situazione. Impari a conoscere te stesso. E impari a conoscere la gente. Impari la gentilezza e il rispetto. Impari che una bella parola, un complimento o un sorriso possono cambiare in meglio la giornata delle persone.

Conosci un sacco di persone. Ti ritroverai a parlare con gli sconosciuti. Sì, perché, vedendoti da sola, la gente ti parla. Forse perché gli fai pena, forse perché è affascinata dal fatto che viaggi da sola e vuole sapere la tua storia. Forse perché sono viaggiatori solitari come te. E comunque anche tu per sopravvivere, comincerai a parlare con il mondo. E lo troverai così bello e divertente che non potrai più farne a meno. E chissà che tra una chiacchiera e un’altra non possano nascere belle amicizie come è successo a me. Io ho conosciuto un sacco di persone nei miei viaggi da sola. Barboni compresi. E tutti hanno un posto speciale nel mio cuore, perché in un modo o nell’altro hanno dato colore alla mia vacanza.

Hai più possibilità di imparare o di migliorare una lingua straniera. Parlando con la gente hai più possibilità di imparare la lingua del postoDi migliorare il tuo inglese, francese, tedesco, spagnolo, arabo, cinese, giapponese, o qualunque lingua essa sia. Di imparare parole nuove, espressioni, modi di dire. Tornerai a casa più ricco e più aperto mentalmente.

Sei completamente libero. Quando viaggi da solo ti senti libero. Sei libero di fare quello che ti pare e piace, quando ti pare e piace. Non hai tra i piedi nessuno che ti rompe le palle perché deve fare pipì, perché ha fame, perché è stanco, perché ha male i piedi e chi più ne ha più ne metta. Se hai voglia di camminare per ore e ore lo puoi fare, se vuoi stare in spiaggia ad ammirare il tramonto, senza qualcuno che rompa le scatole perché ha freddo o perché non riesce a coglierne la bellezza, anche. Puoi mangiare un gelato per pranzo senza per forza dover andare al ristorante. O puoi addirittura fare a meno di mangiare. Ma soprattutto puoi mangiare a che ora ti pare, dove ti pare e quello che ti pare, senza dover giungere a compromessi con nessuno. Ok, a volte trovarsi a mangiare da soli è piuttosto triste. Lo ammetto. Forse è la parte più brutta del viaggiare da solo. Ma basta non darci troppo peso. Nell’attesa del tuo piatto puoi sempre leggere, aggiornare il diario di viaggio, guardare e postare le foto che hai fatto. E a proposito delle foto, se sei come me, puoi fare diecimila foto senza annoiare chi è con te. Ok, forse non avrai tante foto fighe di te stesso (se non in modalità selfie), ma puoi sempre chiedere a qualcuno di fartele. O puoi collezionare foto di cinesi, che saranno inevitabilmente sempre in mezzo ai piedi quando dovrai fare una foto.

 

 

2 Comments on “Perché viaggio da sola 5 validi motivi sul perché viaggio da sola

    1. Dovresti provare 🙂 può far strano, può intimorire un po’ ma quando cominci, poi ogni tanto ne hai proprio bisogno di andare da qualche parte da sola (almeno questo vale per me) perché è un’esperienza diversa. Sei solo tu e tu <3

Lascia un commento