Parigi: luoghi insoliti e dove trovarli 15 luoghi insoliti e gratuiti da vedere a Parigi al di fuori degli itinerari classici

Parigi: luoghi insoliti

Prima di Dubai e di tutto questo casino del Coronavirus, ero stata a Parigi per realizzare uno dei miei tanti sogni nel cassetto: andare in una capitale Europea durante le festività natalizie.

Volevo respirare l’aria di Natale, con tutti gli addobbi e le luci, le bancarelle, la corsa ai regali nei grandi magazzini e le canzoni tipiche che aleggiano nell’aria. Volevo vivere la magia del Natale, proprio come la si vede nei film. Con il freddo, le sciarpone e le tazze di cioccolata calda. I berretti con il pon pon e i guanti di lana. E magari, perché no, anche con qualche fiocco di neve a creare l’atmosfera perfetta.

Si. Se solo fossi stata in un film.

In realtà…

In realtà mi sono ritrovata in una Parigi che invece di essere immersa nell’atmosfera natalizia, era immersa nell’atmosfera caotica e rissosa di uno sciopero. Sciopero che tra l’altro manco sapevo doveva esserci quando mi sono prenotata il volo qualche giorno prima, altrimenti avrei optato di sicuro per un’altra meta.

Un treno su tre, e solo a determinati orari. Metro chiuse. Autobus che, se andavano, erano ovviamente straripanti di gente.  Musei che chiudevano quando gli pareva e piaceva, e negozi idem. Un casino allucinante. Disagi a non finire. Traffico in tilt. Camionette della Polizia in quantità smisurata in ogni dove e sirene a tutto spiano in ogni momento della giornata. Se chiudo gli occhi le sento ancora risuonare nella mia testa (…altro che le canzoncine di Natale che mi aspettavo!).

E in tutto questo caos, io, che volevo vedere i posti più disparati di Parigi e che, naturalmente, erano distanti chilometri l’uno dall’altro. Chilometri che mi sono dovuta macinare a piedi senza mai fermarmi, perché Parigi è immensa e dovevo riuscire a vederla tutta. E a me piace camminare ragazzi, ma un mezzo di trasporto, se solo ci fosse stato, l’avrei anche preso volentieri questa volta. Tre sere, e tutte e tre sono ritornata a casa sfinita. Però dai, nonostante tutto, sono riuscita a vedere tutto quello che mi interessava…o quasi!

E quindi ora, eccomi qui, pronta a raccontarvi di una Parigi fuori dagli itinerari classici. Una Parigi insolita, tutta da scoprire e per di più gratuitamente!

Siete pronti? Let’s go!

Parigi: luoghi insoliti e dove trovarli

1 – Pigalle Basketball

Comincio questa lista di luoghi insoliti, con il mio posto preferito in assoluto: un campo da basket dai colori sgargianti, nel bel mezzo di una via cittadina. Rosa fuxia, blu, viola, giallo e arancione: un’esplosione di colori che non ti aspetti tra il grigiore delle case. Bellissimo e sorprendente a dire poco.

Parigi: luoghi insoliti Pigalle Basketball

Questo campo da basket, sicuramente il più spettacolare di Parigi, è stato costruito nel 2009 dal brand di moda Pigalle e dagli esperti di design di ILL-Studio, al fine di creare un punto di aggregazione nel quartiere. Il suo design cambia continuamente, in relazione all’ultima NIKE x Pigalle Collection, per cui potrete trovarlo dipinto diversamente da come appare in questa mia foto.

Si trova a Parigi, nella zona di Pigalle, in Rue Duperré 17, la strada parallela a quella del Moulin Rouge.

2 – Le Mur des Je T’Aime

Nel quartiere di Montmartre, c’è un luogo molto romantico all’interno di un piccolo giardinetto. Si tratta di un muro di mattonelle blu, di 40 metri quadrati, tutto ricoperto da scritte bianche che hanno un unico significato: “Ti Amo”.

Le Mur des Je T'Aime

311 “Ti Amo” in lingue e dialetti di tutto il mondo, scritte con calligrafie tutte diverse tra di loro, tra le quali spiccano macchioline di colore rosso, a simboleggiare un cuore spezzato. Le Mur des Je T’Aime è un’opera realizzata nel 2000 dagli artisti Frederic Baron e Claire Kito, che volevano fare di questo muro un supporto per uno dei più belli sentimenti umani.

Lo trovate alle pendici di Montmartre, in Place des Abesses, Square Jehan Rictus.

3 – Canal Saint Martin

Canal Saint Martin è un canale lungo più di 4 km, fatto costruire per volontà di Napoleone al fine di collegare via acqua la Senna con la parte nord est di Parigi. E’ un canale molto pittoresco, con ben 9 chiuse e 2 ponti girevoli ed è tutto costeggiato da platani. Insomma, un luogo perfetto dove passeggiare tranquillamente immersi nel verde.

Parigi: luoghi insoliti Canal Saint Martin

Canal Saint Martin

4 – Shakespeare & Co. Library

Forse una delle più belle librerie di Parigi. Situata vicino a Notre Dame, è un piccolo rifugio per gli amanti dei libri. Tutto da scoprire e da fotografare…se solo si potesse!

Shakespeare & Co.

La storica libreria Shakespeare & co. ha origini antichissime. Fu Sylvia Beach, un’imprenditrice americana, a fondarla nel 1919.  Inizialmente, la libreria si trovava in rue Dupuytrem. Fu trasferita poi in rue de l’ Odeon e, nel dopo guerra, venne aperta nel luogo attuale da un altro libraio americano, George Withman, il quale la ribattezzò Shakespeare & co.,proprio in onore della leggendaria libraia da lui tanto ammirata.

Fu luogo di incontro di importanti scrittori, tra i quali Hemingway e James Joyce, Scott Fitzgerald ed Ezra Pound. E negli anni 50 molti furono gli artisti della Beat Generation che passarono di qui. Attualmente la libreria è gestita dalla figlia di Withman e ancora oggi è possibile incontrare qui autori e artisti da tutto il mondo.

Si trova nella Rive Gauche, in Rue de la Bucherie, 37 

5 – Rue Cremieux (e le sue casette colorate)

Nel 12° arrondissement di Parigi, si trova una stradina pedonale tutta circondata da casette dai colori a pastello. Giallo, rosa, azzurro, viola, arancione…sembra quasi di passeggiare in una via di Burano. E come se non bastassero tutti questi colori, a decorare le case ci sono anche affreschi: alberi di glicine, gatti che saltano, farfalle e uccellini che svolazzano felici. Un piccolo angolo di pace nella caoticità della capitale Francese.

Parigi: luoghi insoliti Rue Cremieux

Rue Cremieux

6 – Il murale della ragazzina con i capelli di bolle colorate

Ormai, penso che lo sappiate che io ADORO la street art. E quindi, in questo elenco di cose, non poteva di certo mancare questo scorcio. La vedevo da un po’ apparire tra le varie foto di Instagram e finalmente, dopo una lunga passeggiata ( vi ricordo che ero a Parigi durante lo sciopero), eccola li, proprio davanti a me. Enorme, colorata e bellissima.

Parigi: luoghi insoliti e dove trovarli

Non so esattamente chi sia l’autore di quest’opera d’arte…sta di fatto che è veramente magnifica!

La trovate in Rue Jean Paulmarch

7 – Le Passe-Muraille (l’uomo che esce dal muro)

Nel quartiere di Montmartre, in Place Aimè, si trova la statua di un uomo che passa attraverso un muro. Si tratta di “Le Passe Muraille”, il protagonista dell’omonimo racconto dello scrittore francese Marcel Aymé, il quale, secondo il racconto, dopo aver inghiottito per errore delle pasticche-antidoto, perse il suo singolare potere di “Attraversa-Muri” e rimase intrappolato per sempre in una parete.

Una scultura progettata per stupire e divertire, realizzata da Jean Marais nel 1989, che sembra davvero reale!

Rue Norvins, Place Marcel Aimé

8 – Maison Fond (la casa che fonde)

Maison Fond è una piccola casetta in stile parigino che si trova davanti alla Gare du Nord. Un primo impatto con questa città fantastica, non appena esci dalla stazione! E’ proprio li, davanti a te. Piccolina, bianca, con le tende alle finestre e…in procinto di fondere!

Si tratta di un’opera d’arte di Leandro Erlich che, inaugurata nel 2015, ha come obiettivo quello di sensibilizzare i passanti agli effetti del riscaldamento globale, facendoli riflettere sul patrimonio delle generazioni future.

La trovate in Place Napoleon III, davanti la Gare du Nord

9 – Les deux plateaux ( o colonne di Buren)

Tutte quelle colonne ottagonali bianche e nere mi fanno perdere la testa. Così belle e così fotogeniche, si trovano nel Jardin du Palais Royale, incastonate tra il Palazzo reale e il suo giardino.

Colonne di Buren

L’opera, costituita da 260 colonne identiche ma di diversa altezza, fu realizzata dall’artista concettuale Daniel Buren su commissione del Ministero della Cultura Francese, al fine di abbellire quello che un tempo era un parcheggio.

8, Rue de Montpensier

10 – Kiosque des Noctambules

Kiosque des Noctambules è l’entrata della metro più bella di Parigi. Davvero. Da farci foto in molteplici angolature.

Kiosque des Noctambules

E’ una vera e propria opera d’arte, creata dall’artista figurativo Jean-Michel Othoniel. Realizzata con vetri colorati di Murano e sfere d’alluminio, si caratterizza per due cupole, rappresentanti la notte (quella con i colori più freddi le cui tonalità vanno dal blu al giallo al viola) e il giorno (con tonalità più calde, quali il rosso, l’arancio e il giallo).

Ingresso della metro Palais Royal – Musee du Louvre di Place Colette

11 – Square Rapp

Volete una foto della Tour Eiffel da un posto originale? Square Rapp è quello che fa per voi: un piccolo giardino segreto che offre una vista sulla Tour Eiffel quasi magica. A condire il tutto, fantastici edifici di art nouveau tutto attorno!

Parigi: luoghi insoliti Square Rapp

Square Rapp

12 – La Statua della Libertà

Ma lo sapevate che anche a Parigi c’è la Statua della Libertà, proprio come quella di Liberty Island a New York? e che anche a Parigi si trova su un’isola?

Ebbene si. La Statua della Libertà parigina, risalente al 1889, si trova all’altezza del ponte Grenelle sull’Ile aux Cygnes ed è , tra l’altro, orientata in direzione della sorella maggiore di New York.

La trovate in Ile aux Cygnes

13 – La Maison Rose (la casa rosa)

Nella zona di Montmartre si trova la Maison Rose, una casetta rosa con i balconi verdi molto suggestiva, che riporta indietro ad una Parigi romantica e d’altri tempi. Si tratta di uno degli scorci più fotografati del quartiere, reso celebre da Utrillo, che lo ritrasse in uno dei suoi quadri più famosi.

La Maison Rose

Attualmente è un bistrot e si trova in Rue de l’Abreuvoir 2.

14 – Vignes du Clos Montmartre

Ebbene si, nel cuore di Parigi, e più precisamente nella zona di Montmartre, si trova un bellissimo vigneto. E’ possibile visitarlo, pagando un biglietto d’ingresso ma l’ho incluso in questo elenco di cose gratuite, perché lo potete vedere benissimo, passeggiando per le vie che lo circondano.

Vignes du Clos Montmartre

Si chiama Vignes du Clos Montmartre ed è situato tra Rue de Saules e Rue Saint Vincent.

15 – Rooftop Galeries Lafayette

Termino questa lista di luoghi insoliti, con la vista dall’alto più bella di Parigi. Gratuita e semplicemente inaspettata. Si trova sul rooftop delle Galeries Lafayette ed è semplicemente stupenda. Si vede tutta, e dico, proprio tutta Parigi! L’Operà davanti a te, la tour Eiffel in lontananza, ti giri e c’è anche Montmartre con la sua imponente chiesa del Sacre Coeur! Pura meraviglia!

Parigi: luoghi insoliti e dove trovarli

Rooftop Galeries Lafayette

Per vedere la mia Parigi in 10 foto, clicca qui

E voi? conoscete degli altri luoghi insoliti e gratuiti da vedere a Parigi? Fatemi sapere!

 

Lascia un commento