Muoversi a Los Angeles con i mezzi. Si può.

Questa cosa che a Los Angeles non ti puoi muovere se non hai una macchina, è una leggenda metropolitana.

Muoversi a Los Angeles con i mezzi si può. E’ sicuro (anche di sera tardi), e sta diventando ogni anno sempre più facile. Ve lo dico io che in sette anni, la macchina, a Los Angeles, non l’ho mai noleggiata. Mai. E Los Angeles l’ho girata tutta. In lungo e in largo.

Los Angeles è immensa e, nonostante questo, i mezzi pubblici ti portano ovunque. Davvero ovunque. E non sono nemmeno tanto cari. 1.75$ per una corsa in autobus o in metro. Corsa che, tra l’altro, vale 2 ore. Per cui potete prendere la metro, l’autobus, ancora la metro e ancora l’autobus, spendendo solo 1.75$.

Ovviamente, oltre ai biglietti singoli, ci sono i pass giornalieri, settimanali e mensili, che costano rispettivamente 7, 25 e 100$. Ma quello che mi sento di consigliarvi è che, a meno che non stiate a Los Angeles un mese, e che quindi l’abbonamento mensile vi vuole tutto, per 2-3 giorni, evitate di fare l’abbonamento giornaliero. Non ne vale la pena.

In un giorno, più di 7$ non li spendete. Per cui, la cosa migliore da fare, secondo me, è quella di prendere una tap card, al costo di 1$, e ricaricarla con una decina di dollari. In questo modo, vi assicuro, potete muovervi per 2-3 giorni senza problemi. Su tutti gli autobus tra l’altro. Cosa che non è possibile invece con qualsiasi tipo di abbonamento.

Con l’abbonamento, infatti, puoi prendere solo i mezzi operati da “Metro” (e nonostante questo, nel caso tu prenda la Silver Line, devi aggiungere qualche centesimo al momento della salita, perché la Silver Line fa la Highway). I Big Blue Buses, i Culver City buses e i Dash non sono invece compresi. E nemmeno gli autobus di Long Beach e quelli che vanno nella Orange County. Con la tap card ricaricata invece, li puoi prendere tutti senza problema e hai addirittura uno sconto se prendi il Dash. Invece di 50 c., lo paghi 35 c.

Quindi:

  1. Fatevi la tap card. La potete fare in tutte le stazioni della metro al costo di 1$.
  2. Ricaricatela con quanti soldi volete. Potete ricaricare le singole corse, o 3, 5, 10$ e così via. O, ovviamente, potete fare l’abbonamento.
  3. Salite sulla metro o sull’autobus e… don’t forget to tap!
Don’t forget to tap!

La tap card è necessaria per usare la metro. Non è necessaria invece per l’autobus. Tuttavia, se utilizzate quest’ultimo, dovete sempre avere le monete giuste perché gli autisti non danno il resto. E se dovete cambiare autobus per raggiungere la destinazione, ricordatevi di chiedere il transfer non appena salite (cosa che non si deve fare con la tap card). Tenete presente poi che in autobus non vendono le tap card e non le potete ricaricare. Gli autisti possono vendere solo gli abbonamenti giornalieri.

Tap Card e sistema metropolitano di Los Angeles

All’inizio, il sistema metropolitano di Los Angeles può sembrare un casino. Un groviglio di colori. Un’infinità di numeri. Una cosa incomprensibile. Ma in realtà, quando ci prendi la mano, è super easy.

METROPOLITANA

Per quanto riguarda la metropolitana, ci sono 8 linee che si distinguono per il colore.

Metropolitana di Los Angeles
  • La Red Line, la più utilizzata, che collega DTLA a North Hollywood, passando per Hollywood e per gli Universal Studios.
  • La Purple Line, che collega DTLA a Koreatown.
  • La Blue Line, che collega DTLA a Long Beach, passando per Watts (dove ci sono le Watts Towers). Da qui, combinando la metro con l’autobus, potete raggiungere Huntington Beach e O.C.
  • La nuova Expo Line (azzurra) , che collega DTLA a Santa Monica, passando per Culver City. E da Santa Monica poi, con l’autobus, potete raggiungere Malibu e Venice Beach. Oppure potete noleggiare una bici e pedalare lungo le spiagge fino a Redondo.
  • La Gold Line, che da DTLA arriva fino ad Azousa, passando per China Town e Pasadena.
  • La Green Line, che porta a Redondo Beach, e che è utile se si vuole raggiungere l’aeroporto con i mezzi.
  • L’Orange Line, che da North Hollywood va al Warner Center e/o a Chatsworth (San Fernando Valley).
  • La Silver Line che va a sud, collegando DTLA alla South Bay.

AUTOBUS

Viaggi in autobus

Gli autobus a Los Angeles si distinguono principalmente in:

  • Metro Local. Di colore arancione, effettuano tutte le fermate.
  • Metro Rapid. Di colore rosso, coprono gli stessi itinerari dei Local, ma fanno meno fermate.
  • Big Blue Bus. Di colore blu, sono gli autobus di Santa Monica, che coprono principalmente la zona West di Los Angeles.
  • Culver City Bus. Di colore verde, sono gli autobus di Culver City. Anche questi, come i Big Blue Bus, coprono principalmente West Los Angeles.
  • Dash. Minibus di colore blu e bianco, che coprono aree circoscritte. Li si trovano a DTLA, al Griffith Observatory, a Beachwood Canyon e a Hollywood.

E poi ci sono dei free shuttle nella zona di West Hollywood, che a determinati orari, collegano West Hollywood con Hollywood. Free shuttle si trovano anche nella zona di Venice – Marina Del Rey. Questi ultimi collegano le varie spiagge durante il Weekend.

A volte prendere l’autobus può sembrare complicato. Rari sono i posti in cui si trovano gli orari e la piantina con le varie fermate dell’autobus. Ma non scoraggiatevi. Chiedete. Chiedete agli autisti, chiedete alla gente. Gli americani sono tutti molto amichevoli e gentili e si fanno in quattro per aiutarvi.

BICICLETTA

Recentemente al di fuori delle stazioni metro, trovate anche il noleggio biciclette, sempre gestito da “Metro”. Perché sì, al contrario di quello che si può pensare, a Los Angeles ci si può muovere anche in bici. Se invece avete una vostra bici, la potete trasportare tranquillamente in metropolitana (ci sono le aree apposite in ogni vagone) e anche in autobus, mettendola, in questo caso, nell’apposito porta bici, davanti all’autobus.

TRENI e CORRIERE

Se poi vi volete spostare da una città all’altra della Califonia, ci sono sempre i bus della Greyhound o i treni Amtrack.

Union Station

CONSIDERAZIONI

Muoversi a Los Angeles con i mezzi, si può.

Ok. Forse ci metti un po’ di più che con la macchina. Un po’ tanto di più se ti capita di perdere la coincidenza tra i vari mezzi. Ma, vogliamo parlare del traffico durante le “Rush Hours”(che tra l’altro, io non ho ancora capito quando sarebbero queste “rush hours”, dato che c’è sempre traffico)? Dei soldi per la benzina? Dei soldi per il parcheggio? Ma, soprattutto, dello stress per trovare un parcheggio con tutti quei segnali incomprensibili?

Se vuoi parcheggiare a Los Angeles…

E poi, ve lo dico. Se non prendete l’autobus o la metro a Los Angeles, non potete dire di aver vissuto appieno la città. Le cose che si vedono (e si sentono) qui, non si vedono da nessun’altra parte.

Prendere i mezzi a Los Angeles vuol dire viverla questa città. Vuol dire mescolarsi con i comuni mortali. Vuol dire vedere la città in tutti i suoi aspetti, positivi o negativi che essi siano. Perché, nonostante ora sempre più persone “normali” prendano i mezzi per andare a scuola o al lavoro, tanti rimangono i barboni e i pazzi che vi ritroverete a bordo. Potrà fare un po’ paura forse all’inizio, per chi non c’è abituato, ma con il tempo si impara a non farci caso, a non darci importanza. O si impara a dargli retta e a scambiare qualche parola con loro. Come fanno gli americani.

Gli americani, sono così educati. Tutti in fila per salire in autobus e fare il biglietto. In Italia…no. In Italia ci si spintona per salire e, piuttosto di fare il biglietto, si fa di tutto per salire senza pagare. Gente che si alza non appena vede degli anziani o semplicemente delle donne, per farle sedere. E poi, vogliamo parlare di tutte quelle persone che scendendo dall’autobus gridano “thankyou driver!” ? Ogni volta mi si scalda il cuore. Ci tengono proprio.

Lascia un commento