Come sopravvivere a 12 o più ore di volo I miei suggerimenti per riuscire a sopravvivere al meglio a 12 o più ore di volo

ome sopravvivere a 12 o più ore di volo

Viaggiare è una cosa meravigliosa e volare per raggiungere la destinazione prescelta lo è ancora di più.

Vedere il mondo dall’oblò che a poco a poco diventa piccolissimo. Essere catapultati tra le nuvole e poi sopra di esse. Bianche, morbide, come panna montata. Trovarsi allo stesso livello del sole quando sorge e quando tramonta. E questo in tutta tranquillità, mentre si è seduti comodamente a guardare un film (o ad ascoltare musica), mangiando e sorseggiando qualche drink.

Volare è qualcosa di magico. Qualcosa di unico.

Viaggi brevi, viaggi lunghi. Io volerei sempre. Anche per ore e ore. Cosa che invece scoraggia parecchie persone. Lo so. Ma che ci volete fare, a me volare piace proprio e più lunghi sono i voli, più sono felice.

Sono strana? Forse. Ma forse no. Forse è tutta questione di saper vivere e apprezzare il momento. Quindi ecco a voi i miei suggerimenti per riuscire a sopravvivere al meglio a 12 o più ore di volo.

Come sopravvivere a 12 o più ore di volo:

Come sopravvivere a 12 o più ore di volo

Elemento FONDAMENTALE è la scelta del posto a sedere. Scelta che potete fare al momento del check in, sia on line che direttamente in aeroporto. Avete tre possibilità: finestrino, corridoio o posto centrale. Alle quali se ne aggiunge una quarta: posto in prossimità delle uscite di emergenza.

Tutto dipende dalle vostre esigenze. Se si viaggia in economy e si ha bisogno di spazio per stendere le gambe, un posto in prossimità dell’uscita di emergenza è quello che fa al caso vostro. Se durante il viaggio vi alzate spesso per sgranchirvi le gambe e non volete ogni volta disturbare le persone che vi stanno accanto, direi che il posto corridoio è il migliore. Sta di fatto che io preferisco sempre e comunque il posto finestrino. Questo per 4 semplici ragioni:

  1. Adoro guardare fuori dall’oblò. Adoro guardare le nuvole e la terra con i suoi colori e le sue forme geometriche. Vedere l’alba e il tramonto all’altezza del sole ma, soprattutto, vedere la mia destinazione  dall’alto poco prima dell’atterraggio o mentre l’aereo decolla.DTLA dall'aereo
  2. Posto finestrino vuol dire anche avere a disposizione una parete dove appoggiare la testa se si vuole dormire in aereo, evitando che cada un secondo si e un secondo…si!
  3. Ok che magari potete avere timore di fare alzare le persone che vi stanno accanto quando dovrete andare al bagno ma, con un posto finestrino, nessuno vi disturba e vi alzate solo ed esclusivamente quando sarete voi ad avere bisogno di alzarvi.
  4. E dulcis in fundo, avere un posto finestrino vuol dire niente carrello delle bevande e del cibo che vi travolge ad ogni suo passaggio e niente persone che, camminando su e giù per il corridoio, vi vengono addosso.

Oltre alla scelta del posto a sedere, cercate di scegliere un posto in prossimità delle ali. Esperti (e anche la mia mamma), sostengono infatti che i posti vicini alle ali dell’aereo risentono meno delle turbolenze dal momento che sono vicini al centro di gravità del velivolo.

Posto in prossimità delle ali

Vestitevi comodi. No jeans super attillati, no tacchi a spillo. Un paio di leggings o di pantaloni della tuta vanno più che bene. Mica dovete fare una sfilata di moda, dovete “sopravvivere a 12 o più ore di volo”! E portatevi una felpa che non si sa mai. Ogni tanto in aereo fa freddino. Le compagnie aeree solitamente forniscono delle coperte ma non è detto!

Oltre al bagaglio a mano, preparatevi una pochette o un piccolo zaino dove mettere le cose personali che vi potrebbero servire durante il volo. Come ad esempio il passaporto, i documenti di viaggio, una penna per compilare gli eventuali “customs forms”, fazzoletti, il carica batterie, il cellulare. Piccolo bagaglio che potete mettere tranquillamente sotto il sedile davanti al vostro.

E’ poi molto importante stare idratati durante il volo. Quindi, non appena passate i controlli, prima di salire a bordo, comperatevi una bottiglietta di acqua e, in aereo, non esitate di chiedere l’acqua al personale di bordo. E’ importante inoltre tenere idratati anche gli occhi che, passando molto tempo davanti ad uno schermo, rischiano di arrossarsi e di seccarsi. Cercate quindi di avere con voi sempre delle gocce idratanti.

Perché ho parlato di schermo? Perché si, in tutti i voli a lungo raggio ormai c’è l’entertainment. Il che significa che ognuno ha il proprio schermo davanti con una grandissima varietà di film di ogni genere, serie tv, cartoni animati, musica e giochi che vi permettono di far “volare” letteralmente il tempo. Ma se tutto ciò non vi dovesse bastare, non fatevi cogliere impreparati. Portate con voi le vostre passioni. Un cruciverba, un libro, i vostri giochi o i vostri film preferiti su tablet. In aereo vi forniscono gli auricolari, ma se preferite delle cuffie non vi resta che portare le vostre!

Dulcis in fundo…nei voli a lunga percorrenza portano da mangiare e non si mangia affatto male! Ma se avete problemi di intolleranze o non mangiate alcuni alimenti per scelta o per religione, ricordatevi di segnalarlo al momento della prenotazione del volo. Potrete scegliere il vostro menù tra pasti vegani, vegetariani, kosher, kalal e chi più ne ha più ne metta.

Io amo volare e spero che con questi piccoli suggerimenti possiate apprezzare o, perlomeno, possiate riuscire a sopravvivere a 12 o più ore di volo anche voi!

Tramonto dall'aereo

Un abbraccio e buoni viaggi!

Lascia un commento